Rassegna di normativa, dottrina, giurisprudenza

Ricerca in Foro di Napoli
  • Processo civile telematico a Catania dal 20 settembre

    Il presidente Poselli: «Puntare sulla formazione degli iscritti per essere pronti alla riforma».

    CATANIA – Del processo civile telematico si parla già da tempo, come succede per tutte le grandi innovazioni che cambiano le abitudini professionali della società. La novità per Catania, per il suo Tribunale e il suo circondario, è la data di entrata in vigore del nuovo sistema: martedì 20 settembre 2011.

    In previsione del cambiamento gli Ordini etnei dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (Odcec) e degli Avvocati hanno organizzato – ieri 30 giugno, al Palazzo di Giustizia – un incontro di aggiornamento professionale sulle comunicazioni telematiche, che ha riunito numerosi professionisti di entrambe le categorie. Non a caso «il Distretto catanese è il primo in assoluto del Sud Italia ad avviare il Pct, il processo civile telematico appunto» ha dichiarato durante i saluti introduttivi il presidente del Tribunale di Catania Bruno Di Marco.

    «L’iniziativa di oggi – ha affermato il presidente dell’Odcec di Catania Margherita Poselli – è un’ulteriore tappa del prezioso percorso di formazione che da tempo abbiamo intrapreso per consentire ai nostri iscritti di essere professionalmente pronti e attrezzati a questa riforma digitale della giustizia. Auspichiamo infatti che le novità telematiche portino con sé un miglioramento delle relazioni tra le professionalità impegnate in questo campo».
    Non nasconde i dubbi avanzati all’interno di alcune classi forensi il presidente degli Avvocati Maurizio Magnano di San Lio: «Sono comprensibili i timori con cui si affrontano i nuovi fenomeni, tuttavia il Pct sarà uno strumento determinante nella vita quotidiana degli studi professionali ed è opportuno recepire al meglio i vantaggi che da esso certamente deriveranno».

    La dematerializzazione e la delocalizzazione sono i benefici che si manifesteranno per primi dato che «grazie alla digitalizzazione degli atti processuali il costo della carta sarà ridotto di circa 20 miliardi di euro l’anno, e un avvocato che opera a Catania potrà depositare i documenti in tempi davvero ridotti in tutta Italia» ha sottolineato Antonino Distefano - referente per l’informatica dell’Ordine degli Avvocati di Catania - che ha coordinato i lavori insieme al segretario dell’Odcec etneo Salvatore Toscano il quale ha evidenziato i vantaggi che la nuova procedura apporterà all’attività del Commercialista quale ausiliario del Giudice (consulente tecnico o professionista incaricato nelle procedure concorsuali).

    A spiegare il nuovo meccanismo giudiziario in tutti i suoi passi è stata Daniela Intravaia, dirigente del Coordinamento Interdistrettuale Sistemi Informativi Automatizzati di Milano - Ministero della Giustizia. «Si è pensato davvero a tutto – ha spiegato – dalla sicurezza della piattaforma per la protezione dei dati all’efficienza dell’iter burocratico con una cancelleria telematica aperta dalle 8 alle 22 e facilmente monitorabile».

    Le conclusioni dell’incontro sono state tratte dal magistrato referente distrettuale per l’Informatica Giuseppe Fichera.

    http://www.iltitolo.it/giornale/notizie-sicilia/processo-civile-telematico-a-catania-dal-20-settembre.html

0 commenti:

Leave a Reply