Rassegna di normativa, dottrina, giurisprudenza

Ricerca in Foro di Napoli
  • Eternit, condannati a Torino i proprietari Applauso dei parenti delle 2.900 vittime

    Arriva la tanto attesa sentenza Eternit. Il tribunale di Torino ha condannato Stephan Ernest Schmidheiny, 64 anni, e Jean Louis de Cartier de Marchienne, 90 anni, gli ultimi proprietari dell'azienda, accusati di disastro doloso permanente e omissione dolosa di misure antinfortunistiche, a 16 anni di reclusione.
    Il tribunale ha ritenuto i due imputati colpevoli di disastro doloso solo per le condizioni degli stabilimenti di Cavagnolo (Torino) e Casale Monferrato (Alessandria). Per gli stabilimenti di Rubiera (Reggio Emilia) e Bagnoli (Napoli) i giudici hanno dichiarato di non doversi procedere perché il reato è prescritto. Il Presidente del Tribunale Giuseppe Casalbore è passato ora a elencare gli indennizzi a favore delle parti civili, che sono alcune migliaia.

    Quindici milioni di risarcimento all'Inail
    La Corte ha stabilito 15 milioni di risarcimento per l'Inail, 100mila euro per ogni sigla sindacale costituita parte civile, a partire dalla Cgil, 100mila euro per l'Associazione familiari vittime amianto, 70mila euro per il Wwf, 4 milioni di euro per il Comune di Cavagnolo (Torino), 70mila euro a Medicina democratica.

    Alla sentenza esplode l'applauso delle vittime
    Un grande applauso di alcuni secondi ha accolto la lettura della sentenza del processo Eternit nell'aula magna del tribunale di Torino. L'aula, con una capienza di circa 700 persone, è praticamente piena e ha continuato a seguire il resto della lettura della sentenza in rigoroso silenzio. La maggior parte delle persone porta sulle spalle la bandiera tricolore con la scritta "Eternit giustizia!", diventata simbolo della lotta contro l'amianto.

    Ai parenti delle vittime 30mila euro di provvisionale
    Dopo aver pronunciato la sentenza di condanna per i due imputati, il giudice Giuseppe Casalbore ha letto i risarcimenti decisi per le parti civili, in particolare sta elencando tutti i familiari delle vittime per le quali la corte ha stabilito un risarcimento di 30mila euro per ogni congiunto. Per alcuni ammalati la corte ha stabilito 35mila euro di risarcimento. Il riconoscimento economico finale sarà poi deciso in un successivo processo civile.

    http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/piemonte/articoli/1036914/eternit-condannati-a-torino-i-proprietari-applauso-dei-parenti-delle-2900-vittime.shtml

0 commenti:

Leave a Reply