Rassegna di normativa, dottrina, giurisprudenza

Ricerca in Foro di Napoli
  • Rischia una condanna penale la famiglia rumorosa che disturba il vicino nelle ore pomeridiane

    Confermata da tutto il condominio la molestia provocata dal suono del pianoforte e dall'abbaiare del cane. Irrilevante il «diritto esistenziale» dell'animale Scatta l'ammenda per la famiglia che, con il suono del pianoforte e l'abbaiare del proprio cane, reca disturbo al vicino nelle ore pomeridiane. Ciò se l'accaduto viene confermato dall'intero condominio. Lo ha sancito la Corte di cassazione che, con la sentenza 44916 del 7 novembre 2013, ha ritenuto inammissibile il ricorso di una coppia contro il giudizio di colpevolezza del Tribunale di Salerno che li ha condannati a 200 euro di ammenda perché, per via di schiamazzi e rumori provocati dal suono del pianoforte e dell'abbaiare del loro cane, disturbavano le occupazioni e il riposo di un vicino. La prima sezione penale, in linea con la Corte territoriale, ha ritenuto i coniugi responsabili di tale reato nonostante l'abbaiare del cane «sia un diritto esistenziale dell'animale»: al riguardo, la Suprema corte ha ricordato che rispondono del reato di cui all'art. 659 Cp chi non impedisce il molesto abbaiare del proprio cane (anche se custodito nella sua proprietà). Ma non solo. Piazza Cavour ha osservato che le testimonianze dibattimentali hanno dimostrato la diffusività delle molestie cagionate dagli imputati a un intero condominio e che il disturbo del riposo delle persone ha rilevanza penale anche se consumato nelle ore pomeridiane. Pertanto, ai ricorrenti non resta che pagare anche mille euro in favore della Cassa delle ammende.

    http://www.telediritto.it/index.php/diritto-penale/giurisprudenza/5521-rischia-una-condanna-penale-la-famiglia-rumorosa-che-disturba-il-vicino-nelle-ore-pomeridiane

0 commenti:

Leave a Reply

Formazione Centro Studi Polibio

ASSOCIAZIONE NAZIONALE SENTINELLE AMBIENTALI