Rassegna di normativa, dottrina, giurisprudenza

Ricerca in Foro di Napoli
  • Chiara la cassazione: avere un profilo facebook falso è reato

    Arriva dalla Cassazione una sentenza che di certo cambierà tante cose. Chi crea un profilo falso su Facebook, infatti, utilizzando un nickname inesistente allo scopo di occultare la propria identità e successivamente “molestare” altre persone in chat, commette un vero e proprio reato di sostituzione di
    persona. A stabilire quanto detto è la Cassazione con una recente sentenza frutto della condanna di una donna sulla trentina che aveva aperto su Facebook un profilo con un nome di fantasia e, attraverso tale account, aveva molestato un’altra persona. Per commettere l’illecito, ovviamente, non è sufficiente aprire un profilo cosiddetto “fake” ma è necessario che ciò avvenga allo scopo di procurare a sé (o a terzi) un vantaggio o di danneggiare altri. Un problema, quello citato, non proprio estraneo alla società perché, secondo una stima dell’Ansa, all’interno dei social network ben un profilo su tre sarebbe falso. Ricordiamo, inoltre, che il regolamento di Facebook vieta di fornire informazioni personali false e creare più di un account personali; resta da evidenziare, ovviamente, che da un punto di vista giuridico il doppio profilo Facebook non è di per sé sanzionabile, tranne nel caso in cui uno dei due venisse utilizzato per compiere attività illecite, quali diffamazioni, calunnia molestie ecc ecc. http://www.termolionline.it/188408/chiara-la-cassazione-avere-un-profilo-facebook-falso-e-reato/

0 commenti:

Leave a Reply