Rassegna di normativa, dottrina, giurisprudenza

Ricerca in Foro di Napoli
  • Codice del turismo, una rivoluzione per le agenzie immobiliari

    Il Consiglio dei Ministri del 7 ottobre ha approvato, con il decreto legislativo per la semplificazione e il riassetto in tema di ordinamento e mercato del turismo, il Codice del turismo, in attuazione all'art. 14 della legge 246/2005. Si tratta dello “Schema di decreto legislativo recante il codice della normativa statale in tema di ordinamento e mercato del turismo”.
    Le nuove disposizioni inserite nel testo presentano elementi di interesse per il segmento del mercato immobiliare relativo alle case vacanza. Proprio il 7 ottobre, a Roma, si è tenuta una riunione del gruppo di lavoro del settore turistico a cui erano presenti, oltre al Presidente Nazionale Fiaip Paolo Righi e al Vicepresidente del settore turistico Patrizia Diemoz, molti delegati di settore che hanno analizzato nello specifico la bozza dello schema di decreto.
    A quanto si apprende, le unità abitative ammobiliate a uso turistico potranno essere gestite anche da agenzie immobiliari che possono intervenire quali mandatarie o sub-locatrici, su richiesta dei titolari degli immobili che non intendono gestire le strutture in forma diretta.
    All'interno del testo fra l'altro le strutture ricettive vengono ripartite in quattro categorie: alberghiere e paralberghiere; extralbeghiere, all'aperto e di mero supporto. Vengono, inoltre, stabiliti standard minimi nazionali per i servizi e le dotazioni offerte per la classificazione delle strutture ricettive che dovranno essere fissate con decreto del presidente del Consiglio, o del Ministro delegato, fatte salve, come sempre, le competenze delle regioni e delle province autonome.
    Gli alloggi dati in affitto esclusivamente per finalità turistiche, pur essendo regolati dalle disposizioni del codice civile in tema di locazione, risponderanno alle normative comunitarie recependo quanto stabilito dalla direttiva 2008/122/CE sulla tutela dei consumatori nei contratti di multiproprietà.
    Il presidente della Fiaip Paolo Righi, e il Vicepresidente Fiaip, con delega al Turismo Patrizia Diemoz si dicono entrambi soddisfatti dalle novità normative che emergono per il settore in quanto con questo provvedimento gli agenti immobiliari, oltre all'attività di mediazione d'affari, potranno presto fornire servizi supplementari ai clienti e ai proprietari di case vacanze.
    “Questa norma – dichiara il Presidente Fiaip Paolo Righi – rende più trasparente il processo delle locazioni turistiche in Italia, ed integra all'interno della filiera turistica gli oltre 3 milioni di case vacanze di fatto escluse dal complesso dell'offerta di ricettività. Inoltre, dopo anni di battaglia, vengono accolte alcune delle richieste che Fiaip ha avanzato per il settore”.
    Fiaip si riserva, in chiaro spirito costruttivo, di apportare nei prossimi giorni, in relazione all'attività propria delle agenzie immobiliari, elementi migliorativi allo stesso provvedimento che rivoluziona il mercato turistico.

    http://www.immobili24.ilsole24ore.com/Esploso.aspx?iddoc=11978427&doctype=11

0 commenti:

Leave a Reply