Rassegna di normativa, dottrina, giurisprudenza

Ricerca in Foro di Napoli
  • Cassazione, figlio fa troppe assenze a scuola: multati genitori

    Madre e padre responsabili del regolare svolgimento dell'obbligo scolastico Rischia l'ammenda il genitore che non ottempera all'obbligo scolastico del figlio risultato assente ingiustificato per il 70% dell'anno scolastico. Lo ha sancito la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 9892 del 14 marzo 2012, come riporta il sito Cassazione.net, ha accolto il ricorso del Procuratore contro il Giudice di pace che condannava una mamma alla pena di 10euro di ammenda per non avere, in qualità di genitore esercente la patria podestà, eseguito all'obbligo scolastico nei confronti del figlio minore risultato assente, senza un motivo giustificato, per 84 giorni su 113 dell'anno scolastico. E ancora, il Pg ha ritenuto fondata la violazione di legge per essere stata irrogata una pena determinata sulla base di 15 euro di ammenda quando la norma prevedeva una pena non inferiore a 20 né inferiore a 10.000. La terza sezione penale, al riguardo, ribadendo che l'ammontare minimo dell'ammenda va individuato in base al principio generale di cui all'articolo 26 Cp, ha ricordato che la pena edittale minima su cui applicare l'eventuale riduzione per le attenuanti generiche è di 20euro (e non 15) come fatto dal giudice nella specie. "La palese violazione di legge - si legge in sentenza - insita in tale decisione implica un annullamento della decisione impugnata limitatamente alla pena. Tuttavia, trattandosi di errore emendabile direttamente dalla Corte di legittimità (articolo 619 co. 2 Cpp), la pena può essere rideterminata nel minimo che è pari a 20 euro di ammenda". http://www.tmnews.it/web/sezioni/top10/20120314_190622.shtml

0 commenti:

Leave a Reply