Rassegna di normativa, dottrina, giurisprudenza

Ricerca in Foro di Napoli
  • Arriva Cantone: Tutti in piazza contro la camorra

    Giugliano. Istituzioni assenti, ma il centro storico si riempie di giovani
    Una città stretta intorno a Raffaele Cantone simbolo della lotta alla camorra. Ieri mattina è stata una giornata particolare per Giugliano, che ha voluto far sentire forte il suo e no alla criminalità organizzata.Durante la manifestazione anticamorra promossa dal comitato civico “Contro le mafie”. E lo ha fatto esprimendo pubblicamente il suo appoggio al magistrato giuglianese che da anni sta lottando a suon di arresti di criminali legati ai vari clan della camorra, in primis quello dei Casalesi. Un messaggio forte e chiaro quello lanciato da piazza Matteotti dai tanti studenti delle scuole elementari e medie che, insieme ai loro docenti, ieri hanno riempito il centro storico. Gli alunni delle scuole Impastato, Cante, Basile, Fratelli Maristi, Minzoni, licei e scuole elementari di Qualiano, Marano e Calvizzano, chi con striscioni, chi con manifesti scritti a penna, si sono presentati alle 9.30 in piazza Matteotti. «Tutti sanno che sono profondamente legato a questa città, del resto nonostante lavori a Roma abito ancora qui - ha detto l’ex pm antimafia, da anni sotto scorta poiché minacciato dai clan è sempre difficile parlare di camorra, soprattutto in questo paese dove sembra che questa parola non si possa pronunciare. Invece la camorra esiste, si sente e si vede. In via Sant’Anna c’è una lapide che ricorda la morte di una ragazza ammazzata dalla criminalità. Anche lì non si è usata la parola camorra, quasi come se ci fosse paura anche solo di scriverlo. Vedere tutte queste persone in piazza che gridano liberamente, in modo spontaneo il proprio no alla camorra è una cosa stupenda». Molto apprezzato dal pubblico anche l’intervento di Raffaele Del Giudice, direttore regionale di Legambiente, che ha sottolineato la difficile situazione dal punto di vista ambientale in cui si trova non solo Giugliano ma l’intera provincia di Napoli. Tantissimi bambini in piazza, tanti anche gli adulti, pochi, pochissimi invece i giovani. Si contavano sulle dita delle mani anche esponenti dell’amministrazione comunale. Tranne qualche esponente della minoranza, in particolare del Pd, in piazza c’era un vuoto politico. La mattinata è trascorsa tra la lettura di alcuni passi del libro “Solo per giustizia”, accompagnati dalla chitarra di Raffaele Cardone, e l’esibizione sul palco dei Bidonvillarik. «E’ stata una mattinata per ringraziare Cantone che nonostante viva sotto scorta, in questi anni ha continuato a portare tra le scuole ed i luoghi di cultura il proprio messaggio di giustizia - hanno affermato gli iscritti al movimento civico ‘Contro le mafie’ - ringraziamo tutti quelli che mantengono questa fiamma viva, una fiamma che parla di legalità, di amore».
    http://www.internapoli.it/articolo.asp?id=19321

0 commenti:

Leave a Reply